Video Marketing
8 min
04 Apr 2018
Angela D'Aprile

Aumentare le vendite nel retail? Con i Video.

Produzioni Video online per vendite off line, è possibile? Sì, perché le persone amano vedere i prodotti ancora prima di essere in negozio. I nuovi dati di Think with Google rivelano che sempre più consumatori oggi guardano i video online per vedere i prodotti prima di acquistarli sia tramite e-commerce che in-store. Ecco perché le produzioni video per negozi di abbigliamento stanno diventando sempre più importanti. Ben quattro utenti su dieci di YouTube, tra quelli intervistati, hanno dichiarato di essere andati sulla piattaforma per saperne di più su un oggetto prima di comprarlo.
Lo studio condotto da Google ha indagato anche sui vantaggi che i video hanno rispetto ad altri tipi di strumenti per trovare informazioni sui prodotti: rispetto a recensioni e post, i video mostrano come sono davvero i prodotti, ad esempio come cade un abito quando è indossato o come è possibile abbinare una borsa, per restare nell’ambito dell’abbigliamento.
Sempre secondo la ricerca di Think with Google, il pubblico dei video di "shop with me" su YouTube - che coinvolge creators che acquistano in negozi come Target e Homegoods e che lascia agli spettatori la possibilità di valutare i prodotti - è aumentato del 1.000% negli ultimi due anni.
Cosa rende i video così performanti per il retail?
 

Il video ha alcune caratteristiche essenziali che lo rendono lo strumento perfetto per coinvolgere gli utenti e condurli all’acquisto, sia online che in negozio: si tratta di una forma di comunicazione in grado di combinare immagini e narrativa, il che lo rende un potente strumento per la vendita. C’è poi da considerare che il trend sul numero di ore che ogni utente trascorre guardando video è in rapido aumento. La conseguenza diretta sarà una crescita dell’influenza dei video nel percorso di acquisto del consumatore.

Il video, inoltre, può innescare potenti reazioni emotive negli utenti e considerando che la maggior parte delle scelte di acquisto (specie nell’abbigliamento) vengono fatte sotto la spinta di una emozione più che a seguito di una ponderazione razionale, questo significa che i video sono in grado di aumentare le vendite nel retail in modo diretto.
Guardare un video di qualcuno che prova un vestito nuovo o indossa un nuovo paio di scarpe, divertendosi e mostrando orgoglioso il nuovo acquisto, condiziona positivamente le emozioni dello spettatore e potenziale cliente, oltre a fornirgli informazioni aggiuntive sul prodotto.
 
Ora che lo shopping virtuale si sta trasformando in una tendenza verso l’omnichannel, dato che spesso ci si informa online per poi acquistare direttamente in negozio, sempre più retailer utilizzano i video non solo per mostrare i prodotti, ma anche per rispondere alle domande più frequenti dei consumatori e convertire il pubblico online in clienti anche offline.

La ricerca di gen.video e Geometry Global, che ha esaminato l'impatto dell'Influencer Marketing e dei social media sul comportamento di acquisto dei consumatori, ha rilevato che più di otto intervistati su dieci sono stati influenzati dai video nell’acquisto di un prodotto, mentre solo la metà è stato spinto alla conversione da contenuti testuali sui social.

 

Produzioni video online per promuovere il tuo negozio: 3 modi per usare i video.
 

Il video è utilissimo per aumentare il coinvolgimento degli utenti, abbiamo detto, ma come trasformare la teoria in pratica?
 
Ecco tre consigli per realizzare video per promuovere la tua attività:
  • Invia video messaggi tramite WhatsApp: uno dei modi più rapidi per raggiungere i tuoi clienti (di cui già possiede un contatto e il consenso all’utilizzo dei dati), può essere quello di inviare un breve video attraverso i servizi di messaggistica diretta. Potrai mostrare i nuovi articoli arrivati in negozio, le offerte a loro dedicate o alcuni prodotti correlati con i loro ultimi acquisti. Il livello di coinvolgimento sarà molto più elevato rispetto al classico SMS promozionale e il video verrà guardato molto più volentieri, oltre a poter essere ri-condiviso con gli amici in chat.
  • Pubblica video tutorial sui social media: un buon sistema per avvicinare i clienti al negozio sono i video how-to, in grado di mostrare i possibili utilizzi del prodotto e, nel caso dell’abbigliamento, i potenziali abbinamenti con accessori e altri indumenti. Questo tipo di video è molto adatto per i social media perché è in grado di attirare subito l’attenzione nel feed e può dare risposta ad alcuni dei dubbi del tuo pubblico online.
  • Utilizza le dirette streaming su Facebook: puoi mostrare i nuovi capi arrivati in negozio o organizzare delle mini sfilate coinvolgendo la tua audience che potrà commentare in diretta e aggiungere il proprio apprezzamento al video grazie alle reaction. Potrai anche semplicemente mostrare il dietro le quinte del tuo negozio, presentando il personale e migliorando l’engagement anche quando il cliente arriverà in-store. Gli utenti potranno interagire in tempo reale e il video diventerà uno strumento ancora più dinamico.
Con la crescita dei dati sulla visione dei video online, sarà sempre più necessario essere visibili ed entrare in contatto con i potenziali clienti raccontando la propria storia. Le produzioni video di qualità sono e saranno sempre più l'ago della bilancia del successo online e offline.  Comunicare nel modo giusto è la chiave per aumentare le vendite e farlo con i video è ancora più semplice e coinvolgente. Ecco che le produzioni video online diventano lo strumento per aumentare i propri clienti offline.
Angela D'Aprile
Classe 1979, la comunicazione prima che una professione è la mia naturale propensione. Costruire relazioni, creare strategie, unire insieme azioni online/social e offline per il raggiungimento di un obiettivo misurabile è il mio lavoro quotidiano. Dopo numerose esperienze professionali, dal 2014 sono la Communication Manager di Traipler.com.
Ultimi articoli
6 tendenze Video Marketing/Advertising che ci guideranno fino al 2023
Leggi l'articolo
Cosa cercano le persone nei video online?
Leggi l'articolo
Internet Advertising: se sei Millennial e imprenditore la pubblicità è nel tuo DNA.
Leggi l'articolo