Video Marketing
3 min
13 Feb 2019
Angela D'Aprile

Video Marketing: quali numeri conoscere? Come misurarlo?

Dal ROI dei video alle preferenze dei consumatori, ecco i dati da conoscere prima di realizzare una produzione video.
Se ti stai ancora chiedendo se ti convenga investire nel Video Marketing, pianificare una produzione video per questo 2019, ecco alcune statistiche di lungo periodo che dovresti conoscere, e che cancelleranno ogni tuo dubbio.
 
Questi dati ci danno subito l’idea, non solo dei vantaggi che è possibile trarre dagli investimenti nel video, ma anche degli ambiti nei quali andrebbero concentrate le attività di marketing in questo senso.


Il ritorno di investimento del Video Marketing

Secondo i dati raccolti da Aberdeen Group, il Video Marketing permette di:
 
  • ricevere il 66% di lead più qualificati all'anno;
  • raggiungere un aumento del 54% nella brand awareness.
Le previsioni sui social video di Animoto suggeriscono, inoltre, che:
 
  • il 76,5% dei marketer e dei piccoli imprenditori ottengono risultati immediati con il marketing video.
Un sondaggio sullo stato del Video Marketing di Wyzowl (2017) mostra che:
 
  • l'83% di coloro che usano i video ritiene che dia un buon ROI; 
  • l'82% pensa che sia una parte fondamentale della propria strategia;
  • il 97% delle aziende che utilizzano video esplicativi afferma che aiuta gli utenti a comprendere meglio la propria attività;
  • il 94% delle aziende vede il video come uno strumento efficace;
  • l'81% ha visto un aumento delle vendite;
  • il 53% ha dichiarato che le richieste di supporto al customer care si sono ridotte con l’introduzione del video.
 

Chi utilizza il Video Marketing nella propria strategia

Un’altra domanda che spesso brand e aziende si pongono mentre valutano la possibilità di intraprendere una strategia di Video Marketing, è quello della diffusione di questo strumento. In quanti usano i video nei propri piani di marketing? E i concorrenti li stanno già usando? 
 
Rispettivamente secondo Aberdeen Group, Animoto e Wyzowl: 
 
  • il 41% dei marketer utilizza il video come strategia;
  • il 55% delle piccole e medie imprese ha prodotto o esternalizzato la produzione video negli ultimi 12 mesi;
  • il 63% delle aziende usa il video per il marketing.
Anche il Content Marketing Institute, nella sua ricerca B2B e B2C per il 2017, mostrava che:
 
  • il 60% dei marketer B2B e B2C utilizza i video per il marketing;
  • il 30% dei marketer B2B afferma che il video sarà fondamentale per il successo del content marketing;
  • il 34% dei marketer B2C afferma che è cruciale per il successo.
Così pure Social Media Examiner riporta risultati simili: 
 
  • il 60% dei marketer utilizza il video; 
  • il 73% prevede di usarlo di più;
  • il 14% degli operatori di marketing ha utilizzato i live video nel 2016.
video marketing statistiche, produzioni video


Produzioni Video, Consumatori e Consumi.

In che modo i consumatori rispondono al marketing video? Le statistiche dei video online mostrano, in termini semplici, che le persone adorano i video. 
 
Guardando ai dati, le ricerche di Hubspot mostrano che:
 
  • il 45% delle persone guarda un'ora o più di video al giorno.
Secondo Google
 
  • metà delle persone con età compresa tra i 18 e i 34 anni è pronta a interrompere un’altra attività per guardare un nuovo video del proprio YouTube creator preferito; 
  • il 40% dei millennial si fida di YouTube per i contenuti; 
  • il 60% afferma che i video che hanno guardato hanno cambiato la loro visione del mondo.
Ma i video rappresentano anche una parte importante dell'esperienza di acquisto:
 
  • quasi il 50% degli utenti web cerca un video prima di visitare un negozio;
  • il 79% dei consumatori preferisce guardare il video alla lettura delle caratteristiche di un prodotto; 
  • il 43% dei consumatori desidera vedere più contenuti video quest'anno.
Wyzowl ci fornisce ancora più dati sulle preferenze dei consumatori:
 
  • l'84% dei consumatori ha acquistato qualcosa dopo aver visto un video;
  • il 91% dei consumatori ha guardato un video esplicativo;
  • l'83% preferisce un tono informale e loquace nei video.
  • il 50% dei consumatori ritiene che la lunghezza giusta per un video esplicativo sia di 1 minuto.
Che tu stia ancora valutando le potenzialità di una video strategy per la tua azienda o che stia solo cercando la strada migliore per utilizzare questo strumento, i numeri parlano chiaro e ci permettono di capire soprattutto che i video sono i contenuti oggi più amati dalle persone.
 
E tu cosa aspetti? Non sei curioso di conoscere quante tipologie di produzioni video si possono realizzare?
 
Angela D'Aprile
Classe 1979, la comunicazione prima che una professione è la mia naturale propensione. Costruire relazioni, creare strategie, unire insieme azioni online/social e offline per il raggiungimento di un obiettivo misurabile è il mio lavoro quotidiano. Dopo numerose esperienze professionali, dal 2014 sono la Communication Manager di Traipler.com.
Ultimi articoli
Programmatic Adv e Digital Video stanno cambiando la televisione
Leggi l'articolo
Mercato Musicale e Video Marketing: la musica che si guarda nuova frontiera per la promozione dei brand.
Leggi l'articolo
Guardare non basta più. “Il mese del marketing”, “Eroica”, “Immaginazione” e molto altro
Leggi l'articolo