Video Marketing
10 min
02 May 2018
Angela D'Aprile

Cos’è la Video Branded Content e perché funziona

Video Branded Content? Mai più senza. I consumatori non vogliono più vedere pubblicità invasive, ma sono alla ricerca di contenuti di valore in grado di emozionarli. I consumatori meritano contenuti di valore, i brand è bene che imparino a proporre contenuti di qualità se vogliono che i consumatori diventino 'clienti'.

 

Viviamo in tempi di rapidi cambiamenti per il branding, il marketing e la pubblicità. Sempre più utenti utilizzano software di blocco degli annunci online e per i brand trasmettere i propri messaggi in modo non intrusivo diventa sempre più difficile. Per questo motivo una strategia sempre più popolare consiste nell'utilizzare i branded content per parlare al pubblico di clienti e potenziali clienti. Si tratta, in pratica, di contenuti di marca, come articoli sponsorizzati su magazine o video web serie online. Questo genere di contenuto può essere divertente, informativo e coinvolgente e i consumatori sono felici di poterlo vedere e condividere, in modo spontaneo. Non è più un messaggio percepito come invasivo della propria sfera di navigazione in Internet, perché il brand diventa quasi invisibile, anche se ben presente. Lo scopo dei branded content è fare in modo che le persone 'vogliano' vederlo, piuttosto che essere costretti a vederlo. Pianificare una Video Branded Content vuol dire oggi avere la certezza di veicolare un messaggio di brand attraverso lo strumento di comunicazione più engaging che ci sia, il video. A fare da cornice a tutto dovrà sempre esserci la qualità, elemento indispensabile per il successo di ogni strategia di comunicazione. Come sapete, ne abbiamo già scritto, anche il nuovo algoritmo di Facebook premia la qualità.
 
Video Branded Content: definizione di branded content (o brand content)
 
Il termine branded content è apparso nel linguaggio del marketing per la prima volta nel 2001 e ha visto due anni dopo addirittura la nascita di una Brand Content Marketing Association (BCMA), l’organizzazione che ha lo scopo di definire cos’è un branded content e misurarne l’efficacia attraverso la ricerca e strumenti brevettati.
In realtà non esiste una definizione netta di branded content e in rete è possibile trovarne diverse, dalle più alle meno specifiche e dettagliate. Quella più calzante, comunque, sembra essere quella data dal 
Cannes Lions Festival, che definisce il branded content come “la creazione da parte di un brand di un contenuto originale, o la sua naturale integrazione in esso”. Si tratta cioè di una forma di native advertising, capace di inserirsi nello stile adattarsi al contesto delle piattaforme su cui appare, che ha come obiettivo principale quello di coinvolgere il pubblico per creare una relazione di fiducia con il consumatore.
L’attenzione non è più focalizzata sul brand o sul prodotto, ma sul consumatore e sulla sua esperienza nel rapporto con il marchio o l’azienda. Proprio questa visione customer-centric obbliga i brand a ripensare la propria strategia di comunicazione puntando su contenuti di valore, come i Video Branded Content, capaci di coinvolgere le persone e contemporaneamente fargli apprezzare il fatto che quel contenuto sia sponsorizzato dal brand.

 

 

Video series, i migliori brand content
I contenuti branded migliori, dicevamo, sono quelli capaci di creare connessioni emotive con il pubblico e proprio i video si prestano perfettamente a questo scopo. Si può trattare infatti di un contenuto divertente, commovente o educativo, che fa scattare qualcosa nella mente di chi lo guarda e che rende il video avvincente e condivisibile. Un contenuto video di valore e la giusta strategia social possono oggi determinare il successo di un progetto di comunicazione.
 
Alcuni dei migliori contenuti video di marca sono basati sullo storytelling e rendono il coinvolgimento del pubblico una priorità rispetto alla vendita. Se si è in grado di mettere al centro la storia del brand, il profitto e le conversioni arriveranno in automatico. Il pubblico di oggi chiede sempre più contenuti video, è ricettivo rispetto ai messaggi dei brand a patto di ricevere in cambio video eccezionali, coinvolgenti ed emotivi.
Un esempio? Abbiamo da poco prodotto un docufilm per una band folk pugliese, sono essenza di questa Regione, hanno suonato in tutto il mondo e hanno suonato anche con la star mondiale Madonna. La narrazione e il ritmo stimolano l'attenzione e i sentimenti del pubblico, il prodotto è davanti agli occhi degli utenti in ogni frame, il prodotto è la band stessa, ma sono i personaggi e la loro storia ad essere al centro dell'attenzione. Quello che resta impresso nella mente di chi guarda alla fine della storia sono i Terraross.

 
Hai un brand, un’azienda da promuovere, far conoscere e crescere? Racconta la tua storia, i video saranno la chiave del tuo successo.
Angela D'Aprile
Classe 1979, la comunicazione prima che una professione è la mia naturale propensione. Costruire relazioni, creare strategie, unire insieme azioni online/social e offline per il raggiungimento di un obiettivo misurabile è il mio lavoro quotidiano. Dopo numerose esperienze professionali, dal 2014 sono la Communication Manager di Traipler.com.
Ultimi articoli
6 tendenze Video Marketing/Advertising che ci guideranno fino al 2023
Leggi l'articolo
Cosa cercano le persone nei video online?
Leggi l'articolo
Internet Advertising: se sei Millennial e imprenditore la pubblicità è nel tuo DNA.
Leggi l'articolo