Video Marketing
5 min
16 Oct 2019
Angela D'Aprile

Settore Medical & Healthcare: social media e produzioni video al centro delle strategie di comunicazione.

Da una delle nostre ultime analisi interne su clienti e progetti, è emerso che nell’ultimo anno sono aumentate del 43% le richieste di produzioni video nel settore Medical & Healthcare (professionisti, cliniche private, cliniche estetiche e dentali, etc.). Ci siamo interrogati sui dati, abbiamo fatto qualche ricerca e ne sono emerse delle considerazioni che vogliamo condividere con voi.
Produzioni video ad hoc e distribuzione dei video sui canali social e online possono fare la differenza in un settore che deve mostrarsi sempre più vicino alle persone? La risposta è ‘sì’.
I social media, secondo un report del 2018 di Adobe Digital Insights, sono il canale pubblicitario più rilevante per il 50% della Gen Z (i nati dal 1995 al 2010) e per il 42% della Gen Y (i millennial nati negli anni 80-90) ovvero presente e futuro della popolazione attiva.
Il significato di questa statistica è molto semplice: ogni azienda e brand, di qualsiasi settore, nessuno escluso, deve strutturare una sua presenza online in modo strategico e mirato. 
 
In particolare per il settore Medical & Healthcare, i social media e le produzioni video sono strumenti relazionali eccezionali per coinvolgere pazienti, clienti ed eventuali partner con informazioni pertinenti e tempestive, veicolate attraverso supporti di immediata comprensione. Una produzione video è più che mai indispensabile per comunicare il valore e la credibilità dei servizi sanitari e servizi di cura estetica; la sua distribuzione sui canali social permetterà a quelle informazioni di raggiungere l’audience giusta.
 
È difficile pensare oggi a una produzione video non supportata da un corretto piano di distribuzione. Se eseguite correttamente, le campagne sui social media sono incredibilmente potenti. Un recente studio di PwC ha rivelato che il 42% delle persone che visualizzano informazioni sulla salute sui social media legge le recensioni di altri consumatori, dimostrando che il sentiment del feedback - anche quello fornito da estranei - è un potente mezzo per costruire fiducia o sfiducia. Lo stesso report ha anche riscontrato che il 32% degli utenti pubblica post sulle esperienze sanitarie dei propri amici e della famiglia sui social media. Secondo un’altra ricerca di PewResearch, infine, l'80% degli utenti dei social media è costantemente alla ricerca di informazioni sull’healthcare.
Non a caso, il settore Medical & Healthcare segna numeri da capogiro tanto da attirare l'attenzione anche di aziende che nulla hanno a che fare con il settore e che pure stanno lavorando a progetti e iniziative per entrare in un mercato che non conosce crisi.
 
 
Ma come, nello specifico, una strategia di digital marketing può attraverso i canali social e produzioni video ad hoc favorire la crescita di brand e imprese del settore Medical & Healthcare?
 
In primis, ogni azione e scelta deve essere focalizzata su:
 
- ‘il cliente/paziente’, che è il centro di ogni attività e ne determinerà il successo o l’insuccesso
- comunicare i risultati effettivi senza creare false aspettative, la serietà è la base di ogni forma di comunicazione, ma soprattutto quando di mezzo c’è la salute e la cura della persona
- coinvolgere clienti e pazienti nelle azioni di comunicazione, sono essi anello fondamentale nella catena del valore e quindi nella comunicazione dello stesso
- puntare sulla qualità dei servizi e sul concetto di ‘informazione’ e ‘assistenza’
 
Volendo approfondire alcuni dei punti sopra, brand e imprese del settore Medical & Healthcare devono sapere che per pianificare una strategia di digital marketing e produzioni video ad hoc oggi è necessario:

1. Impegnarsi con i pazienti in tempo reale
 
Uno dei vantaggi dei social media in ambito Medical & Healthcare è che consente conversazioni uno a uno o in community molto significative: sui social è infatti possibile affrontare domande, preoccupazioni e interessi in diretta. A loro volta brand, imprese e professionisti possono rispondere offrendo consigli, discutendo delle opzioni disponibili, proponendo casi di pazienti simili e aumentando così la competenza sulla materia delle persone.
 
In questo ambito il video è uno strumento utilissimo per promuovere iniziative, progetti o programmi, incoraggiando i membri della community a partecipare attivamente e, ad esempio, a sostenere gli sforzi di ricerca, aumentando al tempo stesso la consapevolezza riguardo alle malattie e alle cure.
 
Secondo il Journal of Health Management, "Quando i pazienti raccontano le loro storie, i loro amici lo vedono e la probabilità di diffondere il messaggio aumenta di molte volte". Un video quindi si trasforma in un potentissimo mezzo di diffusione a catena. 
 
2. Raccontare le storie vere di clienti/pazienti veri
 
Lo ripetiamo spesso, il video è il miglior mezzo di narrazione sui social, per la sua immediatezza e per il grande potenziale di engagement. Il video oggi deve restituire verità.
Questo è ancora più vero in ambito Medical & Healthcare, dove
i racconti delle guarigioni o dei recuperi dei pazienti o dei trattamenti estetici diventano la storia più potente che si possa raccontare. I video di testimonianze dei clienti/pazienti sono un modo stimolante per catturare l’attenzione, farsi ascoltare e diffondere messaggi importanti.

3. Informare e introdurre il marchio
 
I clienti/pazienti vogliono sentirsi a proprio agio con i brand, specie quando si parla della loro salute e del loro benessere. Un modo per instaurare un rapporto di fiducia sui social è quello di introdurre le persone che ci sono all’interno di un’organizzazione o un’azienda. Attraverso brevi interviste video con medici, infermieri,  assistenti e professionisti esperti, si può offrire a clienti/pazienti una visione più concreta di quello che devono aspettarsi dalle cure o dai trattamenti cui si dovranno sottoporre. Questi video possono umanizzare, ad esempio, una struttura ospedaliera o comunicare tutta la professionalità di una clinica estetica o clinica dentale.
 
Tutti i punti sopra sono quelli che esponiamo ai nostri clienti del settore Medical & Healthcare quando li guidiamo nella costruzione di una strategia efficace sui social media e di produzioni video capaci di mettere al centro prima di tutto ‘valore del servizio offerto’ e ‘valore percepito’ dal potenziale cliente/paziente.
 
Angela D'Aprile
Classe 1979, la comunicazione prima che una professione è la mia naturale propensione. Costruire relazioni, creare strategie, unire insieme azioni online/social e offline per il raggiungimento di un obiettivo misurabile è il mio lavoro quotidiano. Dopo numerose esperienze professionali, dal 2014 sono la Communication Manager di Traipler.com.
Ultimi articoli
Programmatic Adv e Digital Video stanno cambiando la televisione
Leggi l'articolo
Mercato Musicale e Video Marketing: la musica che si guarda nuova frontiera per la promozione dei brand.
Leggi l'articolo
Guardare non basta più. “Il mese del marketing”, “Eroica”, “Immaginazione” e molto altro
Leggi l'articolo