Video Marketing
10 min
31 Jan 2018
Angela D'Aprile

Come si crea una strategia di Video Marketing?

Farlo con i video, farlo con tanti video in serie è oggi il modo migliore per comunicare. Come creare contenuti coinvolgenti per il pubblico, anche quando parlano di un prodotto o di un brand, è oggi uno dei problemi più comuni in ogni strategia di Content Marketing, un dilemma che si estende anche al Video Marketing. 
Qual è il segreto che permette di pianificare una strategia video che comprenda ottimi contenuti senza distrarre troppo l’attenzione dal messaggio finale che l’azienda vuole comunicare? Innanzitutto non bisogna perdere di vista la necessità di diventare fonte di ispirazione e affascinare il pubblico con contenuti efficaci e di valore. Solo questo porterà l’audience, specialmente online, a manifestare entusiasmo verso i prodotti o i servizi del brand, trasformando la semplice fruizione di un contenuto in una connessione a lungo termine, cioè in una relazione.

 
Contenuti differenziati per una strategia di Video Marketing completa
 
Fatta questa premessa obbligata, andiamo a scoprire in che modo sia concretamente possibile creare una strategia di Video Marketing, attraverso l’ideazione di una serie di contenuti diversi ma legati tra loro, all’interno di una pianificazione generale.
Si tratta innanzitutto di stabilire una serie di obiettivi semplici ed efficaci, per ottenere risultati davvero rilevanti. Il primo fra tutti? Sia che il nostro sia un pubblico di nicchia, sia che si tratti di un target più ampio, dovremo competere per ottenerne attenzione e fiducia.
 

I contenuti educativi e la Help Strategy
 
Lo abbiamo già sottolineato altre volte: a livello globale, il traffico proveniente dai video online costituirà oltre l'80% di tutto il traffico internet dei consumatori entro il 2020. Nello specifico, poi, le ricerche di "how-to", cioè video che spiegano come compiere una determinata operazione, su YouTube stanno crescendo del 70% anno su anno. Il video si presta molto a diventare strumento educativo e di informazione: grazie al suo formato visuale consente di comunicare rapidamente in quella che potremmo definire come la cosiddetta “Help Strategy”. La maggior parte delle persone accede a internet per cercare risposte ai propri quesiti o alle proprie curiosità. Dare risposta esattamente a quelle domande attraverso i video diventerà uno dei primi punti di contatto con l’azienda. Tutorial, contenuti relativi alle applicazioni dei prodotti o alle domande più frequenti che vengono poste anche al customer care aziendale, saranno un ottimo punto di partenza per la strategia di Video Marketing.
I contenuti emozionali e la Hero Strategy
Dopo aver stabilito in che modo i nostri contenuti dovranno veicolare i valori e la proposta di valore del marchio, si può iniziare a ipotizzare anche una serie di contenuti video in grado di ispirare il pubblico. Emozionare sarà la parola chiave di questa fase strategica, per suscitare una reazione nella nostra audience e spingere all’interazione. Spesso questo coincide con la condivisione del contenuto, che in questo modo raggiungerà un pubblico sempre più ampio. Che si punti a far sorridere o a commuovere, questa, che possiamo definire come “Hero Strategy”, è la fase che ha come obiettivo la creazione di connessioni emotive tra brand e utenti.
 
L’intrattenimento e la Hub Strategy
 
Infine, nel Video Marketing come in ogni strategia di Content Marketing è bene prevedere una fase legata all’intrattenimento. Questa, che potremmo definire “Hub Strategy”, consiste nello specifico nel creare contenuti che siano pubblicati con una cadenza regolare (giornaliera, settimanale o mensile) e che diventino una sorta di appuntamento fisso per il pubblico. Episodi di una serie che metta in luce aspetti sempre diversi del brand o che offra una carrellata di tutte le soluzioni proposte dall’azienda, mantenendo sempre il focus sull’interesse che è necessario generare nel pubblico.
 
Una adeguata strategia di Video Marketing riesce a coniugare tutti questi aspetti, creando una combinazione di interesse e fiducia e dando vita a un pubblico appassionato che segua e interagisca regolarmente con il brand. Non ci credi, guarda qui!
Angela D'Aprile
Classe 1979, la comunicazione prima che una professione è la mia naturale propensione. Costruire relazioni, creare strategie, unire insieme azioni online/social e offline per il raggiungimento di un obiettivo misurabile è il mio lavoro quotidiano. Dopo numerose esperienze professionali, dal 2014 sono la Communication Manager di Traipler.com.
Ultimi articoli
Programmatic Adv e Digital Video stanno cambiando la televisione
Leggi l'articolo
Mercato Musicale e Video Marketing: la musica che si guarda nuova frontiera per la promozione dei brand.
Leggi l'articolo
Guardare non basta più. “Il mese del marketing”, “Eroica”, “Immaginazione” e molto altro
Leggi l'articolo