Video Marketing
4 min
14 May 2019
Angela D'Aprile

Digital Marketing: perché continuare a puntare sulla produzione video

I numeri e le statistiche da conoscere per programmare una produzione video nella tua strategia complessiva e parlare al pubblico catturando il suo interesse
Quando si pensa, progetta e realizza una strategia di Digital Marketing gli aspetti da tenere in considerazione sono moltissimi. Dai canali da utilizzare ai contenuti, dagli strumenti alle metriche, senza mai perdere di vista l’obiettivo aziendale specifico. 
 
Ma ci sono anche importanti statistiche da tenere in considerazione, come quelle sulle tipologie di contenuti più apprezzati dagli utenti o sul target di riferimento. E in questo senso una produzione video e un progetto di video marketing permettono di rispondere a diversi obiettivi a seconda delle forme che decidiamo di utilizzare.
 
Possono esserci infatti i tutorial, o i video di presentazione del prodotto, o ancora i webinar, le testimonianze dei clienti, l’advertising, il video storytelling, i live streaming…
Insomma un mondo sconfinato in grado di rispondere alle diverse preferenze della nostra audience, ma anche alle
diverse fasi del funnel.

 


Produzione Video: numeri e percentuali del Video Marketing Online
 

Ecco quindi alcune interessanti statistiche per orientarsi nel mondo del Video Marketing e progettare nel modo più corretto la tua Digital Strategy.
  • L'81% delle aziende utilizza i video come strumento di marketing, in crescita del 63% rispetto all'anno scorso. (Hubspot)
  • 6 persone su 10 preferiscono guardare video online rispetto alla televisione. (Google)
  • Il consumo di video da mobile cresce del 100% ogni anno. (Insivia)
  • Entro il 2022, i video rappresenteranno oltre l'82% di tutto il traffico Internet, con una previsione di 15 volte superiore rispetto al 2017. (Cisco)
  • Il 78% delle persone guarda video online ogni giorno. (HubSpot)
  • YouTube è il secondo sito più popolare dopo Google. (Alexa)
  • Gli utenti visualizzano oltre 1 miliardo di ore di video ogni giorno su YouTube. (YouTube)
  • Il 75% di tutte le riproduzioni video avviene su dispositivi mobili. (EMarketer)
  • Gli spettatori ricordano il 95% di un messaggio quando lo guardano in un video, rispetto al 10% di quando lo leggono in un testo. (Insivia)
  • Il 72% dei clienti desidera conoscere un prodotto o un servizio tramite video. (HubSpot)
  • Le persone hanno 1,5 volte di probabilità in più di guardare video da mobile. (Facebook)
  • Il 92% degli utenti che guarda video da mobile poi li condivide. (WordStream)
 


Le statistiche sui Social Video da conoscere


Dati ancora più interessanti per brand, aziende e marketer sono quelli legati ai Social Video. Ecco i più significativi.
  • Il 65% delle persone usa YouTube per risolvere un problema, perché sa che potrebbe trovare facilmente la risposta in un video. (Google)
  • I post sui social contenenti video registrano il 48% di visualizzazioni in più (HubSpot)
  • Il 45% degli utenti di Twitter vuole vedere più video pubblicati da celebrità. (Twitter)
  • Oltre 1,9 miliardi di persone usano YouTube, vale a dire circa un terzo di quelle presenti su Internet. (YouTube)
  • Il 62% delle persone ha dichiarato di essere interessato a un prodotto dopo aver visto una Facebook Story. (Marketing Land)
  • Facebook ha oltre 8 miliardi di visualizzazioni video al giorno. (TechCrunch)
  • 75 milioni di persone visitano ogni giorno la piattaforma video di Facebook. (Adweek)
  • I video social generano il 1200% di condivisioni in più di contenuti con testo e immagini. (G2 Crowd)
  • Le campagne video su LinkedIn hanno un tasso di visualizzazione del 50%. (LinkedIn)
  • L'81% delle aziende preferisce utilizzare Facebook per il proprio marketing video. (Buffer)
Come mostrano le statistiche, l’inclusione di una Video Strategy nella strategia di comunicazione e marketing complessiva oggi è fondamentale. Ci sono alcune avvertenze per catturare l’attenzione del pubblico, come quella di essere sintetici, di emozionare, o di catturare l’attenzione nei primi secondi, ma tutti i dati raccolti confermano che i video sono uno strumento indispensabile per parlare al proprio pubblico, e che ogni brand e azienda oggi deve mettere in conto una produzione video profesisonale.
 
Angela D'Aprile
Classe 1979, la comunicazione prima che una professione è la mia naturale propensione. Costruire relazioni, creare strategie, unire insieme azioni online/social e offline per il raggiungimento di un obiettivo misurabile è il mio lavoro quotidiano. Dopo numerose esperienze professionali, dal 2014 sono la Communication Manager di Traipler.com.
Ultimi articoli
Video Advertising: hai 6 secondi per conquistare il tuo pubblico
Leggi l'articolo
Digital Marketing: perché continuare a puntare sulla produzione video
Leggi l'articolo
Case Study LEGO: quando il Branded Content diventa Branded Video Entertainment
Leggi l'articolo