Video Marketing
5 min
02 Apr 2019
Angela D'Aprile

Che differenza c’è tra Content Marketing e Branded Content?

Come usare i video di marca per creare empatia e conquistare nuovi clienti con il sorriso
Nel mondo digitale, le persone sono sommerse da una miriade di annunci, e non c’è da meravigliarsene, le aziende cercano in tutti i modi di far notare i propri contenuti tra queste centinaia di messaggi. Si è calcolato infatti, che nel 2018, circa il 61% delle persone ha manifestato un'antipatia generale nei confronti degli annunci pubblicitari online, con percentuali ancora più alte per gli annunci video.
 
Mettiamoci per un momento nei panni di questi poveri consumatori (tra questi verosimilmente ci siamo anche noi): ti piacerebbe dover subire lo stalking di un brand che cerca di raggiungerti in modo vago, forzato e inutilmente ripetitivo, o preferiresti interagire con un marchio che conosce i tuoi interessi e interagisce con te come persona, tenendo conto dei tuoi desideri e dei tuoi bisogni? 
La risposta è semplice, vero? 
 

L’efficacia del Content Marketing

 
Proprio qui si inserisce l’importanza di un Content Marketing strategico per brand e imprese, in grado di sostituire la tradizionale pubblicità, spesso evanescente e priva di valore, percepita così invasiva dagli utenti, per soppiantarla con un approccio più personale, amichevole e trasparente, capace di coinvolgere davvero il pubblico di potenziali clienti.
 
Secondo gli ultimi sondaggi condotti dal Content Marketing Institute nel 2018, il 74% dei marketer B2C e il 70% dei marketer B2B hanno indicato che il Content Marketing è molto, o almeno leggermente, più efficace oggi rispetto all’anno precedente.
 
differenza branded content marketing

Parlando di Content Marketing è però bene comprendere una differenza di base fondamentale,
 

Che differenza c’è tra Content Marketing e Branded Content?

 
Ci sono diversi tipi di contenuti che ogni azienda ha la necessità di pianificare: da un lato contenuti progettati nello specifico per vendere prodotti e aumentare le entrate, e dall’altro contenuto che con l’informazione o l'intrattenimento hanno come obiettivo il far parlare del brand più in termini di ‘valori che rappresenta e di cui si fa portavoce’ che di prodotti.
 
Ma si tratta comunque di pubblicità? Si tratta di comunicazione.
 
Il Content Marketing si concentra principalmente sul prodotto o sul servizio e il contenuto è più razionale e informativo, più incentrato sulla generazione di lead e sull'incremento delle vendite che non sulla creazione di un'immagine positiva del marchio.
 
I Branded Content, pur essendo spesso associati a contenuti di intrattenimento o di tipo educativo, come pubblicità video creativa, webinar, corsi online, articoli, ecc. hanno lo scopo specifico di entrare in contatto con il consumatore a livello emotivo – creare una corrispondenza emotiva - piuttosto che concentrarsi sul prodotto in senso stretto. Il contenuto di marca è un modo per portare emozione e umanità nel business. 
 
Si tratta cioè di costruire connessioni. Con i contenuti di marca, il messaggio pubblicitario diventa così sottile da essere quasi invisibile. È un modo, in ultima analisi, per i brand di interagire con il loro pubblico, migliorare la loro reputazione e creare nuove relazioni.
 
differenza branded content marketing

Branded Content con i video, come farlo?

In quest’ottica, i video online si dimostrano uno strumento indispensabile per fare Branded Content e costruire relazioni basate sulla fiducia con la propria audience.
Un video, infatti, permette di comunicare e coinvolgere in modo immediato il pubblico, toccando le corde delle emozioni attraverso storie raccontate in modo autentico.
 
Ma attenzione, emozionare non significa solo commuovere. Può anche voler dire strappare un sorriso, scatenare una risata o suscitare una forte passione e immedesimazione. L’importante nel raccontare la tua storia attraverso un video, per fare Branded Content, sarà puntare agli interessi reali del tuo pubblico, suscitando una reazione. Il risultato migliore che potrai ottenere sarà quello della condivisione spontanea del tuo video, che moltiplicherà le possibilità di visualizzazione del contenuto.
Angela D'Aprile
Classe 1979, la comunicazione prima che una professione è la mia naturale propensione. Costruire relazioni, creare strategie, unire insieme azioni online/social e offline per il raggiungimento di un obiettivo misurabile è il mio lavoro quotidiano. Dopo numerose esperienze professionali, dal 2014 sono la Communication Manager di Traipler.com.
Ultimi articoli
6 tendenze Video Marketing/Advertising che ci guideranno fino al 2023
Leggi l'articolo
Cosa cercano le persone nei video online?
Leggi l'articolo
Internet Advertising: se sei Millennial e imprenditore la pubblicità è nel tuo DNA.
Leggi l'articolo