Video Marketing
3 min
13 Mar 2019
Angela D'Aprile

Branded Content: cos’è e perché farlo

Perché il video di marca o branded video sta conquistando tutte le piattaforme
Se un tempo ai brand bastava la pubblicità per restare impressi nella mente delle persone, oggi è necessario costruire un’identità di marca, in grado di mostrare i messaggi dell'azienda attraverso una comunicazione che entri nella vita del pubblico dando luogo a relazioni reali, attraverso contenuti di qualità.
 
Tutti i brand che - come Coca-Cola, Barilla, o Nike - sono stati in grado di entrare nell'immaginario collettivo, hanno costruito in questo modo la relazione con i propri clienti, creando contenuti sempre diversi, in grado di connettersi con la vita delle persone, capaci di creare empatia, di strappare un sorriso, una lacrima, un’emozione.
 

Qual è il plus di un branded video?

Il video di marca o branded video, in particolare, è il contenuto più utilizzato dagli inserzionisti per intraprendere la strada del native advertising, per la sua crescente popolarità. Il motivo del successo? I video di marca sono più coinvolgenti di altri contenuti e sono in grado di massimizzare le possibilità dello storytelling. Hai visto ad esempio l’ultimo branded video realizzato da Mercedes in occasione della Giornata Internazionale della donna?
 

 

Si tratta di creare esperienze di qualità per il pubblico, con narrazioni autentiche in grado di superare i confini della promozione del prodotto per creare una storia che sia significativa per il pubblico.
 
L’inserzionista, ossia il brand che fa pubblicità, trae beneficio da questa nuova relazione tra brand e pubblico, che si traduce in contenuti memorabili, maggiore fiducia nel marchio e aumento delle conversioni.
 
 
branded content video


La differenza tra branded content e pubblicità tradizionale

Analisi dei dati, automazione e social media aiutano poi a migliorare ulteriormente i risultati di questo sforzo creativo, che valica i confini della semplice pubblicità e si spinge fino alla comunicazione diretta con i singoli clienti, liberi di condividere, commentare e quindi amplificare ulteriormente il messaggio del brand.
 
Oltre al ROI e all’aumento delle vendite, grazie ai branded content e in particolare grazie ai branded video, si forniscono ai consumatori contenuti che loro stessi desiderano guardare e cercano, a differenza del classico advertising basato su una comunicazione a senso unico.
 
Il branded content, in sintesi, non è pubblicità tradizionale: l'obiettivo rimane comune - promuovere il brand e il prodotto - ma diversa è la forma e l’approccio strategico.
 
Il branded content ha trasformato la narrazione di marca, dal banner display in branded video, solo per fare un esempio, in cui il linguaggio è diventato nativo per adattarsi ai formati più amati dalle community che condividono interessi comuni.
 
Nel contenuto di marca, il soggetto non è più la vendita - che diventa una conseguenza in crescita - e questo crea più fiducia dei consumatori nei confronti del brand.
 
Il branded content non è solo un trend, infatti, poiché un consumatore coinvolto da un contenuto ricorderà il brand promosso circa il 59% in più rispetto a una classica pubblicità display e cercherà altri contenuti dello stesso brand.
 
Se oggi la nostra attenzione è immersa in un overload di immagini e di informazioni, affinché qualcosa resti memorabile abbiamo bisogno che ci insegni qualcosa, che ci interessi o che ci emozioni. E il branded video, come ci dicono le statistiche, è in grado di farlo più di altri strumenti online.
 
Angela D'Aprile
Classe 1979, la comunicazione prima che una professione è la mia naturale propensione. Costruire relazioni, creare strategie, unire insieme azioni online/social e offline per il raggiungimento di un obiettivo misurabile è il mio lavoro quotidiano. Dopo numerose esperienze professionali, dal 2014 sono la Communication Manager di Traipler.com.
Ultimi articoli
Video Advertising: hai 6 secondi per conquistare il tuo pubblico
Leggi l'articolo
Digital Marketing: perché continuare a puntare sulla produzione video
Leggi l'articolo
Case Study LEGO: quando il Branded Content diventa Branded Video Entertainment
Leggi l'articolo