Social Video
7 min
11 Oct 2017
Angela D'Aprile

Digital Video, uno strumento di comunicazione che funziona.

L'ecosistema del Digital Video non è mai stato più complesso ed entusiasmante di oggi: un numero sempre crescente di utenti, tempi di attenzione sempre più alti nella visione dei contenuti, piattaforme diversificate e miglioramento nell’indicizzazione da parte dei motori di ricerca. Tutto questo per un brand significa necessità improrogabile di dotarsi di uno strumento di comunicazione che funziona sotto diversi punti di vista, per aumentare l’efficacia della propria presenza online.
 

Perché puntare sul Digital Video: i vantaggi per i brand tradotti in numeri
 
Per capire meglio in che modo un video digitale possa aiutare un marchio a catturare l’attenzione dei potenziali clienti, partiamo da una serie di dati, che analizzeremo insieme per comprendere i vantaggi concreti di questo strumento di comunicazione sul web.
 
La presenza di un video all’interno di una pagina web aumenta del 53% la probabilità di essere indicizzati in prima pagina nella SERP di Google. Il motore di ricerca, infatti, preferisce rispondere alle ricerche degli utenti offrendo contenuti completi e ricchi di informazioni (testo e immagini sono alla base, ma link e video costituiscono un approfondimento molto apprezzato). Essere in prima pagina su Google, oltre ad essere l’obiettivo di ogni azienda, garantisce naturalmente una maggiore visibilità.
Se una pagina web contiene un video, gli utenti tenderanno a restare su quella pagina per un tempo in media superiore dell’88% rispetto ad una pagina senza video. Questo, naturalmente, si trasforma per il brand in una grossa occasione: più tempo per conquistarlo e convertirlo in cliente.
Il tasso medio di conversione di un sito web senza video è di appena il 2,9%, ma il valore cresce improvvisamente di circa il 65% se un sito utilizza i video come strumento di comunicazione, raggiungendo un tasso medio del 4,8%. Miglioramento del tasso di conversione uguale aumento delle vendite.
 
Se ancora non sei convinto dell’efficacia di un digital video nella tua strategia online, allora ti mostriamo ancora qualche dato, relativo all’efficacia nelle campagne di email marketing. Se nell’oggetto di una email viene inserita la parola “video”, ecco cosa accade:
  • il tasso di apertura migliora del 19%
  • la percentuale di click aumenta del 65%
  • le richieste di cancellazione dal database diminuiscono fino al -26%.
Probabilmente per questo motivo il 52% dei Marketer nel mondo ritiene che il digital video sia lo strumento che genera il migliore ritorno di investimento in rete.
 
Brand e Digital Video: come cogliere l’opportunità
 

 
Tirando le somme rispetto ai dati che ti abbiamo appena fornito, i video digitali sono una grande opportunità per i brand, non solo per il grande potere di attrazione e di conversione online, ma soprattutto perché sono gli stessi utenti a desiderarli e richiederli.
 
“People love Digital Videos!” potremmo esclamare, perché si tratta di contenuti più semplici e immediati da fruire, ma anche perché sono in grado di fornire informazioni e al tempo stesso di raccontare storie, rispondendo a due bisogni fondamentali del content marketing: interessare e intrattenere.
 
Long form, short video, user-generated content, vertical video, video 360, video in VR. Le opportunità per dare risposta a questa crescente richiesta di contenuti video da parte di utenti e motori di ricerca sono moltissime e diversificate. Non ti resta che scegliere la più giusta per te. 
 
Angela D'Aprile
Classe 1979, la comunicazione prima che una professione è la mia naturale propensione. Costruire relazioni, creare strategie, unire insieme azioni online/social e offline per il raggiungimento di un obiettivo misurabile è il mio lavoro quotidiano. Dopo numerose esperienze professionali, dal 2014 sono la Communication Manager di Traipler.com.
Ultimi articoli
Programmatic Adv e Digital Video stanno cambiando la televisione
Leggi l'articolo
Mercato Musicale e Video Marketing: la musica che si guarda nuova frontiera per la promozione dei brand.
Leggi l'articolo
Guardare non basta più. “Il mese del marketing”, “Eroica”, “Immaginazione” e molto altro
Leggi l'articolo