>

Video Marketing Use Case

Torna alla home

Raccontare il brand con il Video Marketing


Le produzioni video strategiche e di qualità abbattono le barriere di comunicazione, superano ogni ostacolo e raggiungono il target di riferimento in modo efficace.
Il video marketing, nel panorama attuale della comunicazione online, si conferma strumento di narrazione del brand insostituibile, che si vogliamo raccontare eventi, persone e valori, luoghi, oppure prodotti e servizi. La comunicazione video ha una capacità di penetrazione e persuasione decisamente superiore a qualsiasi altra forma comunicativa.
Una content strategy accurata che preveda la produzione video quale suo punto focale è ormai imprescindibile. Una volta individuato l'obiettivo di comunicazione, il racconto seguirà una chiave di comunicazione chiara alla quale si potrà dare un taglio più emozionale o più business in base alla brand identity, al canale, al target, al soggetto della comunicazione.
Quando l’esigenza di amplificare la narrazione di marca si sposa con quella di informare il target sulle attività e sugli eventi ai quali il brand partecipa, sui prodotti e servizi che offre, su un eventuale impegno sociale, un piano editoriale incentrato su una video content strategy è la scelta più indicata.


Video Marketing e persuasione: il potere delle immagini in movimento.


Le potenzialità di una campagna di video marketing nella narrazione di un brand sono molte. Basti pensare a quanto i video abbiano un alto potere di impatto sul pubblico, soprattutto rispetto ad altre forme comunicative.
La capacità di ricordare i video che si sono visti è molto più alta rispetto a quella di ricordare un testo scritto: immagini e suoni tendono infatti a rimanere più impressi nella memoria di chi li fruisce. In questo modo appare chiaro come una comunicazione video sia più funzionale ad una campagna di marketing rispetto ad altre forme comunicative, contribuendo ad aumentare la brand awareness dell’azienda.
Una immagine in movimento ha un potenziale comunicativo altissimo e una superiore capacità di coinvolgere l’audience in quel processo di immedesimazione e di empatia che è indispensabile per avvicinare l’utente al brand.
Un po’ di statistiche, a supporto di quanto sin qui affermato, aiutano a comprendere meglio l’entità del fenomeno:
 - Gli spettatori ricordano il 95% di un contenuto quando guardano un video, a fronte del 10% rispetto allo stesso contenuto fruito in forma scritta.
 - Il 59% dei dirigenti sostiene che, tra un contenuto video ed uno testuale, preferisce il video.
 - Il 72% of consumatori preferisce i video quale strumento informativo.
Appare evidente il grande vantaggio di affidare la narrazione del brand ad una produzione video: garantisce la possibilità di penetrare molto più capillarmente rispetto ad una comunicazione testuale.


Brand identity e messaggio: individuare gli obiettivi con chiarezza.

È indispensabile sapere che nell’ottica del racconto di marca, solo il video marketing può rispondere a tre problematiche da non sottovalutare:
 - pubblico sempre più connesso,
 - pubblico sempre più infedele che necessita dunque di essere accompagnato in modo diverso in ciascuna fase di customer journey, fino a condurlo alla scelta di acquisto,
 - pubblico sempre più distratto la cui attenzione alla marca deve essere costantemente mantenuta viva.
La narrazione si sviluppa con una sequenza di video e di post rilasciati strategicamente nel tempo, secondo un piano editoriale studiato accuratamente e modulato per accompagnare il consumatore attraverso un percorso di avvicinamento al core message del brand.

Individuati gli obiettivi da raggiungere e i gap da colmare, il racconto si adatterà ad essi e verrà modulato in base alle esigenze narrative, alle caratteristiche del target di riferimento e alla brand identity.
Un racconto efficace si articola in una serie di passaggi volti a creare aspettativa e interesse nel pubblico e si snoda attraverso essi nel tempo in maniera ritmica contribuendo a far crescere la curiosità e l’interesse.
Una pianificazione narrativa è indispensabile e dovrà tenere conto dei diversi canali, social e non, sulle quali il messaggio sarà veicolato.
Che si partecipi come brand a Vinitaly, al Lucca Comics o alla Biennale di Venezia, che si debba lanciare sul mercato un nuovo tipo di biscotti, la strategia non cambia. La realizzazione di video e di contenuti informativi deve seguire un flusso strategico per convogliare l’attenzione del target e per conquistarne l'attenzione su quanto si offre.
In questo modo si sfrutterà la capacità di penetrazione del video marketing per fornire un servizio all’utente e, nel medesimo tempo, si porterà avanti una efficace narrazione del brand, dei suoi prodotti e servizi, delle sue unicità.