Corso per diventare Videomaker - Full Pack Beginner Final Cut Edition Corso per diventare Videomaker - Full Pack Beginner Final Cut Edition

FULL PACK BEGINNER (Final Cut Edition)

  • 10229
  • FULL PACK BEGINNER (Final Cut Edition)
  • 294

FULL PACK BEGINNER (Final Cut Edition)

Diventare Videomaker? Creare da solo i tuoi video? Ora puoi.

Corso per diventare Videomaker - Full Pack Beginner Final Cut Edition

FULL PACK BEGINNER è il percorso di formazione più completo della Traipler Academy, comprende tutti i corsi di primo livello dell’Academy e ha come obiettivo quello di fornire tutte le informazioni indispensabili per creare un video e impostare la propria formazione professionale dalle basi. È un corso davvero completo e unico nella sua completezza, ideale per chi si avvicina alla materia per la prima volta, per chi vuole realizzare piccoli video da solo e in autonomia.

 

Stai cercando un corso per diventare videomaker?

Questo è il corso che fa per te. Il FULL PACK BEGINNER comprende:

➤ ALDO RICCI – FILMMAKING I – Corso completo per diventare Videomaker (13 lezioni – 55 minuti circa cad.)
➤  ALDO RICCI – FILMMAKING II – Dal set al montaggio
 (10 lezioni – 55 minuti circa cad.)
➤  SOUND DESIGN EXPERIENCE – Andrea Ricci – Corso di Sound Design (4 lezioni – 55 minuti circa cad.)
➤ FINAL CUT PRO X EDITING DESIGN – Andrea Vassalini – Corso di Final Cut (8 lezioni – 55 minuti circa cad.)
➤ THE BEST VIDEO EQUIPMENT – Riccardo Andreaus – Corso di Strumentazione Video ( 11 lezioni – 55 minuti circa cad.)
➤  AUDIO PROFESSIONAL – Simone Costantino – Corso di Tecnica del suono/Fonico ( 6 lezioni – 55 minuti circa cad.)
➤  ANIMATION & VISUAL DESIGN- Simone Sciutto – Corso di Motion Graphics ( 8 lezioni – 55 minuti circa cad.)

Ricorda che le lezioni della Traipler Academy non si scaricano, ma si guardano online in area riservata, ti servirà solo una buona connessione internet e potrai guardarli dove e quando vuoi, tutte le volte che vuoi.

Vuoi diventare un filmmaker? Vuoi trasformare la tua passione in professione? Vuoi imparare a creare da solo i tuoi video? Vuoi tirar fuori dal cassetto il sogno di lavorare nel mondo del videomaking? Ora puoi farlo e il Corso per diventare Videomaker – Full Pack Beginner Final Cut Edition è la scelta più giusta.


Lezioni del corso:

  • Lezione 1 ALDO RICCI I° – Introduzione al corso

    Produzione: Organizzazione del set e gestione troupe Creatività: L’importanza dello storytelling e cosa significa raccontare per immagini Equipaggiamento del Videomaker: oggetti che non possono mancare nello zaino di un Videomaker. Location scouting: individuazione della giusta location, permessi per le riprese, uso delle varie app tramonto/alba, ecc. Oggetti di scena: ricerca dei vari oggetti di scena, abiti, ecc. per ottimizzare il lavoro durante lo shooting. Uso di Premiere per il montaggio: il perchè della scelta di questo determinato software di editing video. Creazione del Format: creazione del giusto format in base alle esigenze del cliente

  • Lezione 2 ALDO RICCI I° – Sensori, ottiche e formati video.

    Evoluzione delle varie risoluzioni del video: dallo standard televisivo PAL con risoluzione 720x576px, fino all’Ultra HD con risoluzione di 3840x2160px. Si analizzerà la sostanziale differenza tra le varie camere in base a quelli che sono i sensori contenuti al loro interno e alle caratteristiche di setting di ogni singola camera. Infine si approfondirà il tema delle ottiche: come scegliere l’obiettivo giusto per il lavoro che si andrà a eseguire; come si comportano le ottiche in base alle lunghezze focali, alla chiusura del diaframma e della profondità di campo. Si vedrà inoltre nello specifico la sostanziale differenza tra la scelta dell’attrezzatura per il Wedding rispetto a quella per l’Automotive. Formati video: fare la giusta scelta tra le varie risoluzioni in base alla tipologia di video. Vari sensori delle camere: approfondimento delle differenze sostanziali dei sensori e dei formati di registrazione. Ottiche: differenze tra i vari obiettivi, uso delle lunghezze focali, del diaframma e della profondità di campo durante la ripresa.

  • Lezione 3 ALDO RICCI I° – Inquadrature e stabilizzazione

    L’inquadratura perfetta con l’attrezzatura giusta: sistemi di stabilizzazione dell’immagine, dal monopiede per le esigenze più pratiche e veloci, al treppiede per una maggiore stabilità e precisione, fino ai più recenti sistemi di stabilizzazione d’immagine rapidi e compatti. Movimenti di camera, quando usarli, come effettuarli e con quale attrezzatura, al fine di ottenere movimenti fluidi e inquadrature dinamiche. Piani di inquadratura, sulle differenza tra i piani e i campi. Cavalletti e Stabilizzatore d’immagine: Utilizzo dei vari cavalletti, monopiede e stabilizzatori d’immagine (YAG+, Slider, Tiny e Crane). Movimenti di camera: quando farli e come farli (Panoramiche orizzontali e verticali, carrellate, seguire il movimento di un soggetto). Piani di inquadratura: scelta delle migliori inquadrature da utilizzare durante le riprese.

  • Lezione 4 ALDO RICCI I° – Audio e microfoni

    Audio e microfoni per catturare i suoni in modo corretto durante uno shooting. Nella realizzazione di un video la parte audio ha un ruolo così centrale da diventare in taluni casi essenza stessa del video finito. Per questo catturare un audio corretto e più pulito possibile durante la fase di shooting è di primaria importanza e permetterà di avere un suono migliore nella fase successiva di editing. Si approfondirà dunque il tema dei microfoni, dalle tipologie alle differenze di cattura del suono in base alle nostre esigenze, accompagnato dal tema dei registratori audio esterni, dalle varie tipologie alle caratteristiche specifiche di ognuno di questi. Audio: scegliere il microfono, quando e come utilizzare la pulce, recorder esterni e microfoni ambientali.

  • Lezione 5 ALDO RICCI I° – Timelapse, drone, action camera, video 360°

    Timelapse, drone, action camera, video 360°: questa lezione ha l'obiettivo di approfondire il tema delle camere di supporto, le cosiddette camere secondarie, che permettono di realizzare riprese di grande effetto e di grande valore per il risultato finale del video. Time Lapse: dall’impostazione corretta della modalità di scatto in base alle esigenze di shooting e alle varie tipologie di camere da utilizzare, dalla scelta del formato giusto al corretto metodo di esportazione. Drone: un argomento sempre più centrale per chi si occupa di video e non solo; dalle varie tipologie di Droni in commercio alle differenze tecniche di ognuno di essi, fino ad arrivare alle regole e normative di utilizzo, regole molto restrittive e in continua evoluzione che spesso trasformano il drone in un limite più che in una risorsa. Si passerà infine a trattare l’argomento Action Camera e Video 360°, due tipologie di camere di supporto che ormai sono parte integrante della produzione video nel primo caso o creano addirittura un nuovo modo di fare video nel secondo. Confronteremo le varie camere in commercio e i loro limiti, cercando di capire quando e come utilizzarle in maniera corretta.

  • Lezione 6 ALDO RICCI I° – Conosciamo l’attrezzatura

    Utilizzo dell’attrezzatura durante uno shooting: da come utilizzare un cavalletto e un monopiede a tutti i trucchi per avere movimenti di camera fluidi, da come impostare il bilanciamento del bianco ai tempi di esposizione e diaframmi, dalla variazione dell’immagine catturata in base all’ottica utilizzata e alla lunghezza focale ai diversi supporti di registrazione video e a come possono aiutarci durante la fase di shooting. Come e dove posizionare la camera per ottenere un’inquadratura ottimale e capiremo quante e quali inquadrature fare in base a quello che è il nostro shooting. Cavalletti e stabilizzatori d’immagine, set-up camera, le varie ottiche, small hd, diversi supporti di registrazione video. Inquadrature: dove posizionare la camera, come riprendere, vari ciack da girare.

  • Lezione 7 ALDO RICCI I° – Utilizzo attrezzatura sul set

    Utilizzo delle camere di supporto in una location esterna. Come realizzare un time-lapse: come impostare la camera, come scegliere l’inquadratura corretta, come scegliere i tempi di scatto corretti in base a quello che sarà il soggetto del nostro shooting. Drone: montaggio e set-up, riprese, controllo e atterraggio. Action Camera e camere 360: supporti da utilizzare, set-up della camera e scelta della posizione da cui effettuare la ripresa.

  • Lezione 8 ALDO RICCI I° – Realizzazione di uno shooting in studio

    Costruzione di un set per uno shooting in studio: dal corretto posizionamento delle luci alla differenza tra le varie tipologie utilizzabili, dalla scelta delle ottiche alla creazione del fondale, mostrando come la riflessione della luce sul fondale modifica completamente il risultato della nostra ripresa. Come eliminare le ombre cambiando la posizione dei fari. Set in Studio: logistica, posizionamento luci, distanze, ottiche, stativi, fondali. Gestione della luce: utilizzo dei fari, quali e quanti fari utilizzare, giocare con le ombre.

  • Lezione 9 ALDO RICCI I° – Archiviazione file e basi editing

    Metodi per un’archiviazione sicura e ottimale e primi passi non incorrere in problemi come file mancanti o file corrotti. Analisi dei vari supporti di archiviazione e le loro differenze. Editing, le basi: dalla creazione del progetto all’interfaccia del software, dall’acquisizione delle clip all’impostazione della timeline e degli spazi di lavoro.

  • Lezione 10 ALDO RICCI I° – Editing video

    Realizzazione del montaggio con vari formati e utilizzo di vari effetti video. Come effettuare la selezione delle parti migliori di ogni clip e come creare la giusta sequenza nel nostro progetto. Uniformare clip di diversi formati un un’unica sequenza e come utilizzare alcuni effetti video. Velocizzare la fase di editing, mostrandovi come la tastiera, e quindi i comandi rapidi, possano essere ottimi alleati per ottimizzare il tempo.

  • Lezione 11 ALDO RICCI I° – Personalizzazione creativa dell’editing. Esportazione finale.

    Modifiche creative per personalizzare un video e i diversi formati d’esportazione finale. Differenze tra color correction e color grading, quando e come effettuare la prima e quando e come effettuare la seconda. Test per mostrare come il tocco creativo possa stravolgere completamente l’impatto visivo ed emotivo di un video. Per concludere il percorso di ‘Video Editing’ si procederà con l’esportazione del lavoro creato. Trucchi e consigli su come finalizzare al meglio il lavoro.

  • Lezione 12 ALDO RICCI I – Titoli, animazioni e sound per dare dinamicità al video

    Rendere il video più dinamico con l’inserimento di titoli, animazioni, sound effect e la giusta selezione musicale. Come animare un video attraverso l’inserimento delle grafiche e alcuni trucchi per renderle più omogenee possibili con il video. Possibili movimenti e animazioni realizzabili attraverso il solo utilizzo di Premiere, grazie all’utilizzo dei keyframe che permettono con semplicità di dare dinamicità al video. Audio: come correggere le varie tracce audio per poter creare un suono uniforme per tutta la durata del nostro video, e selezione della traccia musicale più adatta.

  • Lezione 13 ALDO RICCI I° – Aumentare la propria visibilità grazie al Social Media Marketing

    Come promuovere al meglio i propri lavori sui vari social network. Social Media Marketing: come gestire al meglio Facebook, Instagram e altri social network, i criteri da attuare per la giusta promozione dei propri lavori.

  • Lezione 14 R. ANDREAUS – Formati, codec, campionamento e terminologia tecnica legata al file.

    File e terminologia legata alla codifica e compressione video. Definizione di cosa sia un formato e quali siano gli elementi che lo determinano: risoluzione, rapporto di forma, codec, compressione, fps, campionamento colore, bitrate.

  • Lezione 15 R. ANDREAUS – Obiettivi: Lunghezza focale, luminosità, costruzione. L’obiettivo giusto per la ripresa. Schiacciamento dei piani.

    Obiettivi, cos'è la lunghezza focale e la luminosità, come questi valori siano legati al tipo di immagine ottenibile e come si debba ragionare in termini di schiacciamento dei piani in relazione alla distanza di ripresa.

  • Lezione 16 R. ANDREAUS – I parametri di ripresa. Tempo, diaframma, ISO/gain.

    Esposizione, parametri che ci permettono di gestirla e come questi influenzano l'immagine: tempo, diaframma, sensibilità. Motion blur, profondità di campo e rumore.

  • Lezione 17 R. ANDREAUS – Esposizione e uso degli strumenti. Esposizione con logaritmiche.

    Come valutare l’esposizione e come usare il waveform monitor, il grigio medio, l’istogramma, il false color e la zebra. Come sfruttare e settare al meglio tali strumenti.

  • Lezione 18 R. ANDREAUS – Messa a fuoco. Accessori e tecniche. AF. Il sensore e la demosaicizzazione.

    Come gestire al meglio la messa a fuoco sfruttando accessori quali il follow focus e strumenti come il peaking. Autofocus: autofocus a contrasto e autofocus a rilevamento di fase. Sensori: la differenza tra global shutter e rolling shutter ed effetti in fase di ripresa.

  • Lezione 19 R. ANDREAUS – Bilanciamento del bianco. Qualità del sensore (gamma dinamica, s/n, etc). Profili logaritmici.

    Gestire e scegliere le camere (una o più). Bilanciamento del bianco, di Kelvin, di gamma dinamica e rapporto S/N e di profili logaritmici. Settare il bilanciamento del bianco, cosa si intende per "logaritimica", come esporre correttamente i profili log presenti in molte camere.

  • Lezione 20 R. ANDREAUS – Composizione inquadrature, ritmo. Logica dei movimenti di camera.

    Tipologia e nomenclatura delle inquadrature, delle regole di composizione e dei movimenti di camera. La regola dei terzi, le simmetrie centrali, la scelta del punto di ripresa, come il ritmo può cambiare la scelta compositiva e come sfruttare al meglio i movimenti di camera.

  • Lezione 21 R. ANDREAUS – Tipologia di luci e modificatori

    Luci sul set: tipi di luce, come gestire i modificatori e delle differenze tra le varie tipologie di lampade in commercio. Come gestire gelatine e sorgenti di luce.

  • Lezione 22 R. ANDREAUS – Timelapse

    Come creare un timelapse: scelta del metodo, impostazione della fotocamera, uso di accessori, creazione del timelapse attraverso software dedicati.

  • Lezione 23 R. ANDREAUS – Filtri e difetti degli obiettivi

    Difetti degli obiettivi e dei filtri da usare durante le riprese. Cos'è la vignettatura, l'aberrazione cromatica, la distorsione, la diffrazione e i flare (e loro applicazione creativa). Uso dei filtri: filtro ND, filtro digradante, filtro polarizzatore.

  • Lezione 24 R. ANDREAUS – Timelapse parte 2. Copia, backup e archiviazione. Tipologia di schede e hard disk.

    Ripresa e conclusione dell'argomento timelapse. Come organizzazione l'archivio e gestire i backup. Caratteristiche dei supporti di memorizzazione (hard disk meccanici e allo stato solido, schede di memoria) e dei tipi di connessioni possibili con le unità di storage.

  • Lezione 25 A. RICCI – Progetti audio con Logic Pro

    Nel primo video del nostro percorso formativo parleremo delle Daw utilizzate per lavorare l’audio ed entreremo nello specifico parlando del software Apple Logic Pro. Vedremo come usufruire delle finestre di lavoro come il Mixer, l’arrange, il piano roll ecc. Concluderemo la lezione spiegando come effettuare l’export di un progetto audio.

  • Lezione 26 A. RICCI – L’editing audio

    Nella seconda lezione del corso parleremo del processo di editing. Capiremo cosa significa editare un file audio e vedremo quali strumenti utilizzare per compiere questo tipo di lavorazione con Logic Pro. Nella seconda parte della lezione metteremo in pratica le nozioni acquisite facendo degli esempi su alcuni file.

  • Lezione 27 A. RICCI – Restauro e pulizia dell’audio

    Nel terzo video del corso affronteremo il tema del restauro sonoro. Impareremo ad eliminare i difetti che è possibile trovare nei file audio e nelle registrazioni microfoniche. Vedremo quali strumenti sono più adatti per effettuare questo tipo di lavorazioni. Nella seconda parte faremo esempi pratici e vedremo le differenze di lavorazione tra diversi plug in.

  • Lezione 28 A. RICCI – Sound design e sonorizzazione audio

    Nell’ultima lezione di questo corso per videomaker parleremo di sound design e sonorizzazione audio. Il video conterrà esempi pratici con i quali capiremo che tipo di riflessioni fare prima di procedere con la scelta sonora. Proseguiremo vedendo nel dettaglio quali plug in utilizzare per operare in questo campo. In generale lavoreremo su un video sotto il quale andrà inserito il giusto sottofondo sonoro.

  • Lezione 29 S. COSTANTINO – Acustica, psicoacustica e acustica degli ambienti

    Cos'è il suono. Cos'è la Psicoacustica. Acustica di ambienti. Trasmissione del suono.

  • Lezione 30 S. COSTANTINO – Microfoni per la presa diretta

    Tipologie costruttive e tipi di microfoni. I microfoni a tubo di interferenza. Usare il boom.

  • Lezione 31 S. COSTANTINO – Registratori

    Tipologie e funzioni principali. Corretti livelli di acquisizione. Timecode: funzione e tipologie. Workflow e matrici.

  • Lezione 32 S. COSTANTINO – Sistemi RF

    Principi di trasmissione RF. Sistemi radio fissi e body pack. Settaggio di un sistema radio: frequenze e dinamica del programma.

  • Lezione 33 S. COSTANTINO – I Lavalier

    Tipologie e caratteristiche tecniche. Metodi e tecniche di microfonazione undercover e overcover.

  • Lezione 34 S. COSTANTINO – On set

    Analisi, valutazione e determinazione delle esigenze del reparto audio partendo da un soggetto o da una sceneggiatura. Ruolo e necessità di un microfonista. Troupe E.N.G.. 'ONE MAN BAND': possibilità e limiti.

  • Lezione 35 S. SCIUTTO – Introduzione ad After Effects

    After Effect: Introduzione all'uso del software, dei pannelli di controllo e viste, spiegazione delle funzionalità base del layer compositing. Pipeline con Premiere, Photoshop e Illustrator: come importare file da altri software Adobe come Photoshop e Illustrator e come integrare AE con Premiere. Principi base di animazione: utilizzo delle keys per animare i parametri base di trasformazione dei layers. Export e rendering: spiegazione dei vari formati, come modificare le impostazioni e creare prese.

  • Lezione 36 S. SCIUTTO – Motion Graphic

    Animated Typeface: come animare un testo, vari tipi di effetti ed esempi. Repeter e altri effetti: come creare altri tipi di effetti utilizzando shapes. Animation: principi base di animazione e utilizzo del puppet tool.

  • Lezione 37 S. SCIUTTO – Rotoscoping

    Creare le maschere: come creare delle maschere che permettano un facile keying per estrarre un soggetto da un video. Compositing: come inserire l'oggetto estratto all'interno di una nuova immagine di background. Color Correction: correzione del colore per una migliore omogeneità del risultato finale.

  • Lezione 38 S. SCIUTTO – Green Screen

    Registrare un green screen: principi base di registrazione su green screen, come gestire l’illuminazione, che tipo di camera usare e che settaggi impostare. Key light e altri metodi di estrazione del contorno: utilizzo di plugin presenti su AE per estrarre i contorni da un video di green screen. Composing: come inserire l'immagine estratta in un nuovo background.

  • Lezione 39 S. SCIUTTO – Tracking

    Tracking: spiegazione delle funzionalità dello strumento di tracking, come scegliere le zone da seguire e come spostarle nel caso in cui escano dal frame. Come utilizzare i dati di tracking per stabilizzare un video. Come utilizzare i dati di tracking per operazioni di Cleaning up. Come utilizzare i dati di tracking per controllare maschere per color correction.

  • Lezione 40 S. SCIUTTO – 3D

    3D in AE: come impostare i layer in 3D, come visualizzarli e muoversi nell'interfaccia. Camera e luci: introduzione ai nuovi elementi del mondo 3D. Camera projection: proiettare un immagine su uno sfondo.

  • Lezione 41 S. SCIUTTO – Particle system

    Introduzione al sistema Particle utilizzando i vari strumenti disponibili per creare differenti effetti. I sistemi Particle permettono di creare animazioni automatiche modificabili attraverso i parametri fisici del sistema.

  • Lezione 42 S. SCIUTTO – Day for night

    Come rendere una scena diurna notturna. Partendo da un video girato nelle ore diurne si eseguiranno tutti i passi che porteranno a una sua versione notturna. Color correction, elementi 3D e altro per dare un vero effetto realistico.

  • Lezione 43 ALDO RICCI II° – Lezione 1 – Set Video 360


  • Lezione 44 ALDO RICCI II° – Lezione 2 – BTS Luogo d’Arte


  • Lezione 45 ALDO RICCI II° – Lezione 3 – Editing Wedding parte 1


  • Lezione 46 ALDO RICCI II° – Lezione 4 – Editing Wedding parte 2


  • Lezione 47 ALDO RICCI II° – Lezione 5 – BTS Southern Warriors 1


  • Lezione 48 ALDO RICCI II° – Lezione 6 – BTS Southern Warriors 2


  • Lezione 49 ALDO RICCI II° – Lezione 7 – Wedding


  • Lezione 50 ALDO RICCI II° – Lezione 8 – Set Automotive


  • Lezione 51 ALDO RICCI II° – Lezione 9 – Editing Automotive


  • Lezione 52 ALDO RICCI II° – Lezione 10 – Set Automotive


  • Lezione 53 ANDREA VASSALINI – FC | Final Cut Pro X Essential Training

    Gestire un semplice progetto dalla A alla Z. Importazione, editing, color correction, mix audio ed esportazione finale. Saper usare Final Cut Pro X in un’ora. 

  • Lezione 54 ANDREA VASSALINI – FC | Organizzare il lavoro

    Affrontare l’organizzazione del materiale video con cui lavorare e’ alla base del successo di ogni progetto. Imparare a conoscere il modo di “pensare del software”, le Library, gli Events e i Projects.

  • Lezione 55 ANDREA VASSALINI – FC | L’editing nel dettaglio

    Conoscere gli strumenti di editing a disposizione, come usarli e quando. Una lezione tecnica e creativa al tempo stesso seguendo il filo logico richiesto da produzioni video diverse. 

  • Lezione 56 ANDREA VASSALINI – FC | Video Editing Avanzato

    Synchronised Clips, Compound Clips, Multicamera Clips, la funzione Auditions, l’uso dei keyframes. Il tutto per rendere semplice operazioni solitamente complesse. 

  • Lezione 57 ANDREA VASSALINI – FC | Gli Effetti in FCPX

    Usare gli effetti e le transizioni del software e’ semplice ed intuitivo. La presenza di Generators e Themes incrementa le possibilità creative. E non da ultimo, la perfetta integrazione con Motion 5 di Apple apre un intero mondo di effettistica ad alto livello. 

  • Lezione 58 ANDREA VASSALINI – FC | La Color Correction

    Quando la figura dell’editor si deve spingere a correggere le clip video che lo richiedono, si hanno a portata di mano tutta una serie di features dedicate. Non solo correggere il contrasto e il colore di un’immagine, ma anche emozionare lo spettatore. 

  • Lezione 59 ANDREA VASSALINI – FC | L’audio in FCPX

    Il successo di un prodotto finito deriva in buona parte dalla scelta e dalla gestione dell’audio. Final Cut Pro X approccia quest’aspetto in modo innovativo 

  • Lezione 60 ANDREA VASSALINI – FC | Media Management ed Esportazione

    Molti sono i formati richiesti del prodotto finito. E molte sono le possibilità di export offerte. E per finire, ottimizzare il progetto e’ essenziale sia in fase di backup finale che in caso di collaborazione esterna con altri editor.